Associazione di Promozione Sociale
Frabousan Ki Taiou
HOME Associazione Storia Laboratorio Metallurgia Ecomuseo Eventi Marchio Contatti


Statuto

Art. 2 - Scopi e finalità

1)    L'Associazione è apartitica, a struttura democratica, senza scopo di lucro ed ha finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, opera anche mediante forme di collaborazione  con lo Stato, le Regioni, le Province e gli enti locali.

2)    L’APS persegue le seguenti specifiche finalità:

·      tutelare, divulgare e promuovere la cultura e la conoscenza del paesaggio e la pratica di ogni attività di promozione sociale, culturale, ricreativa e del tempo libero;

      studiare e promuovere i processi naturali e culturali del territorio piemontese con particolare attenzione  alle manifestazioni tipiche artigianali del Comune di Frabosa Soprana. Tra le più famose  quella dei ferri taglienti legata ai coltellinai, quella del marmo legata agli scalpellini e quella della pastorizia legata ai malgari;

      collaborare con la Rete Ecomusei Piemonte e in particolare con l’Ecomuseo del Marmo di Frabosa Soprana, anche partecipando alle riunioni con i rappresentanti degli altri ecomusei;

      collaborare alla affermazione delle De Co (Denominazione Comunale) per la valorizzazione delle tradizioni artigianali di Frabosa Soprana tra le quali spicca quella per i Coltelli Frabousan;

      proporre incontri di ricerca, interessi naturali e culturali assolvendo alla funzione sociale di maturazione e crescita umana e civile, attraverso l’ideale dell’educazione alla sostenibilità ed ai relativi comportamenti attivi e responsabili nei confronti dei beni ambientali e culturali.

 L’associazione è retta dallo Statuto sociale.
L’iscrizione è soggetta a domanda e approvazione
del Consiglio Direttivo.

 

legge 124/2017

 

 


Statuto

Art. 5 - Soci

1) L’APS è stata costituita ai sensi del comma 1, art. 35 del Codice del Terzo Settore – D. Lgs. 117/2017; Il numero dei soci dell’APS 
è ILLIMITATO. Possono far parte dell’APS tutte le persone fisiche in numero non inferiore 
a sette (7);

2) L’adesione all’APS è a tempo indeterminato, fatto salvo, il diritto di recesso di cui all’art. 6.

Art. 7 - Diritti e Doveri dei Soci

1) Tutti i soci godono degli stessi diritti e doveri di partecipazione alla vita dell’APS ed alla sua attività;

2) I soci hanno diritto:

di partecipare a tutte le attività promosse dall'APS, ricevendone informazioni e avendo facoltà di verifica, nei limiti e modalità stabiliti dalla legislazione vigente, dal presente Statuto e dagli eventuali regolamenti dell'APS;

di eleggere gli organi sociali e di essere eletti negli stessi;

di esprimere il proprio voto in ordine all’approvazione delle deliberazioni degli organi associativi, degli eventuali regolamenti e di modifiche allo statuto;

di consultare i libri sociali presentando richiesta scritta al Consiglio direttivo;

3) I soci sono tenuti:

all'osservanza dello statuto, del regolamento e delle deliberazioni assunte dagli organi sociali;

a mantenere sempre un comportamento non contrario agli interessi dell'APS;        

al pagamento nei termini della quota associativa.

Art. 8 - Quota associativa

1) I soci devono corrispondere, entro il termine del 1 marzo, la quota associativa annuale nell’importo stabilito dall’Assemblea dei soci. La quota associativa è intrasmissibile e non restituibile;

2) L’adesione all’APS non comporta obblighi di finanziamento o di esborsi ulteriori oltre al versamento di cui sopra, ma è facoltà degli aderenti effettuare contributi ulteriori rispetto alla quota associativa annuale.

Convocazione Consiglio Direttivo 21-12-2019
Assemblea Soci 21-12-2019

Verbale Assemblea straodinaria soci
adeguamento statuto ETS
20-07-2019

 

 

 


Statuto 

Art. 13 - Consiglio Direttivo

1) Il Consiglio Direttivo è composto da un minimo di tre (3) sino a un massimo di sette (7) consiglieri scelti tra i soci che rimangono in carica due (2) anni e sono rieleggibili fino ad un massimo di due (2) mandati consecutivi, salvo il caso in cui non si presentino nuove candidature per il totale o parziale rinnovo del direttivo: in questo caso l’Assemblea può rieleggere i componenti uscenti;

2) L’Assemblea, che procede alla elezione, determina preliminarmente il numero di consiglieri in seno all’eligendo Consiglio Direttivo;

3) Il Consiglio Direttivo elegge tra i suoi membri, a maggioranza assoluta dei voti, il presidente, il vicepresidente, il segretario;

4) Il vicepresidente può assumere la funzione di tesoriere: cura la riscossione delle entrate ed il pagamento delle spese dell’APS, ed in genere ogni atto contenente un’attribuzione o una diminuzione del patrimonio dell’APS; cura la tenuta del libro cassa e di tutti i documenti che specificatamente riguardano il servizio affidatogli dal Consiglio direttivo;

5) In caso di morte, dimissioni o esclusione di consiglieri prima della scadenza del mandato, il Consiglio direttivo provvede alla loro sostituzione utilizzando l’elenco dei non eletti: la sostituzione va ratificata dalla successiva Assemblea ordinaria e rimangono in carica sino alla scadenza del mandato del Consiglio Direttivo. In caso di mancanza od esaurimento dell’elenco dei non eletti, o loro indisponibilità l’assemblea provvede alla surroga mediante elezione;

6) Nel caso in cui decada oltre la metà dei membri del Consiglio Direttivo, l’Assemblea provvede tramite elezione al rinnovo dell’intero organo;

7) Tutte le cariche associative sono ricoperte a titolo gratuito. Ai consiglieri possono essere rimborsate le spese effettivamente sostenute e rendicontate relativamente allo svolgimento degli incarichi e delle attività per conto dell’APS, entro il massimo stabilito dall’Assemblea dei soci;

8) Il Consiglio Direttivo è responsabile verso l’Assemblea della gestione operativa, attua i mandati e le decisioni dell’Assemblea ed è investito dei più ampi poteri per la gestione ordinaria e straordinaria dell’APS, fatti salvi quelli che la legge e lo statuto attribuiscono all’Assemblea. In particolare esso svolge le seguenti attività:

attua tutte le deliberazioni dell’Assemblea;

redige e presenta all’Assemblea il bilancio e la relazione di missione ai sensi dell’art. 13 del Codice;

delibera sulle domande di nuove adesioni;

sottopone all’Assemblea le proposte di esclusione dei soci;

sottopone all’approvazione dell’Assemblea le quote sociali annue per gli associati e gli eventuali contributi straordinari;

propone l’esercizio e l’individuazione di eventuali attività diverse ai sensi dell’art. 3 comma 1bis del presente Statuto;

ha facoltà di costituire Comitati, a cui partecipano gli associati o esperti anche non soci, per la definizione e la realizzazione concreta di specifici programmi e progetti;

9) Il Consiglio direttivo è presieduto dal presidente o, in caso di sua assenza, dal vicepresidente o, in assenza di quest’ultimo, da un membro eletto allo scopo dal Consiglio direttivo;

10) Il Consiglio Direttivo è convocato dal presidente due volte l’anno e tutte le volte nelle quali vi sia materia su cui deliberare, oppure quando ne sia fatta domanda da almeno un terzo (1/3) dei componenti;

11) La convocazione è inoltrata per iscritto, anche in forma elettronica/telematica, con trenta (30) giorni di anticipo e deve contenere l’ordine del giorno, il luogo, la data e l’orario della seduta. In difetto di convocazione formale o di mancato rispetto dei termini di preavviso sono ugualmente valide le riunioni cui partecipano tutti i membri del Consiglio direttivo;

12) I verbali delle sedute del Consiglio direttivo, redatti a cura del Segretario e sottoscritti dallo stesso e da chi ha presieduto la riunione, devono essere trascritti nel Libro Verbali delle riunioni e Deliberazioni del Consiglio Direttivo, tenuto a cura del Consiglio medesimo;

13) Per la validità delle deliberazioni occorre la presenza effettiva della maggioranza dei membri del Consiglio Direttivo. Le deliberazioni sono valide con il voto della maggioranza dei presenti; in caso di parità di voti la deliberazione si considera non approvata.

Statuto Assemblea soci - Verbali Assemblea Soci Rendiconto Economico